Avere un sito web veloce è importante in vista del fatto che l’utente medio di internet è cambiato. Una volta si sedeva alla scrivania, accendeva il computer e trascorreva un lasso di tempo, più o meno lungo, a navigare su internet.

Adesso ci connettiamo da diversi dispositivi, più volte al giorno e per brevi periodi di tempo. Micro momenti, come li definisce Google. Questo cambiamento nelle abitudini di navigazione, ha portato con sé anche il bisogno di adeguarsi alle nuove necessità dell’utente, a corto di
tempo e sempre più esigente.

sito web veloce - devices

Perché è importante avere un sito web veloce

Spesso le aziende investono molto denaro per creare siti  super moderni e personalizzati. Magari con grafiche all’avanguardia e bot pronti a rispondere a qualunque esigenza. Tutto questo, senza dubbio, offre un valore aggiunto alla presentazione dell’azienda.

Molte volte, però, l’estetica di un sito web va a discapito dell’interesse principale del consumatore. L’utente, infatti, vuole trovare le informazioni che sta cercando e lo vuole fare il più velocemente e comodamente possibile.

Un sito web veloce influisce nella percezione dell’utente sotto diversi aspetti. Andiamo a vedere i principali.

Migliorare la UX con un sito web veloce

Un sito web veloce può creare un maggior valore per l’utente e migliorarne la user experience. Al contrario, un sito web lento e progettato male può addirittura causare la perdita di potenziali clienti.

sito web veloce - UXLe statistiche ci dicono che 2 secondi è il tempo ottimale per il caricamento di una pagina web. Una volta superato questo lasso di tempo l’utente “rimbalza” in un sito web concorrente. Infatti, il tasso di abbandono di un sito arriva al 30% se il tempo di risposta di una pagina è di 4 secondi ed addirittura al 55% se si resta in attesa per 10 secondi.

La lentezza di un sito è senza dubbio tra le prime cause di insoddisfazione per l’utente. Come accade anche nel mondo off-line, la prolungata attesa, può generare nel consumatore sentimenti di fastidio e insoddisfazione.

Internet è ricco di contenuti e risorse simili, quindi, un sito web veloce rappresenterà un motivo di preferenza per l’utente, che deve scegliere su quale oggetto focalizzare la sua attenzione.

La velocità influisce nel SEO

Sappiamo che, se vogliamo che un sito web venga visto dagli utenti, è importante che si trovi tra i primi dieci risultati della pagina di ricerca su Google o di un qualsiasi altro motore di ricerca.

Il SEO (Search Engine Optimization) si occupa appunto di tutte quelle strategie e pratiche volte ad aumentare la visibilità di un sito internet, sito web veloce - SEOmigliorandone la posizione nelle classifiche dei motori di ricerca. La velocità di caricamento delle pagine di un sito è diventata negli anni un fattore di cui Google tiene conto quando deve posizionare i risultati nella sua pagina di ricerca.

Un sito web veloce avrà una frequenza di rimbalzo (bounce rate) più bassa. Per frequenza di rimbalzo si intende la percentuale di visitatori che atterrano sul nostro sito e poi rimbalzano subito via, senza navigarci. Bisogna precisare che, non sempre la frequenza di rimbalzo è legata alla velocità di un sito, ma è molto probabile che un sito lento abbia anche una frequenza di rimbalzo alta. Per Google, un sito con una frequenza di rimbalzo alta, è indicatore del fatto che il sito web non è di qualità e che i contenuti proposti non rispondono alle esigenze dell’utente. Quindi il bounce rate influenzerà negativamente la posizione delle pagine del sito nei risultati di ricerca.

Infine, oltre al fatto che Google tende a premiare i siti con un’esperienza di navigazione positiva, è anche una questione di praticità. Più le pagine di un sito sono veloci da indicizzare, più siti riuscirà a indicizzare Google in meno tempo. Quindi è normale che decida di premiare siti web dal codice pulito e dal caricamento rapido.

Il sito web veloce migliora la navigazione su mobile

Come abbiamo detto all’inizio, ormai, la navigazione da desktop è stata superata da quella da smartphone, tablet e smartwatch. La maggior parte delle volte, chi si connette da questi dispositivi, lo fa in assenza di WiFi utilizzando, quindi, connessioni più lente.

Di conseguenza è importante, non solo, che il sito web sia veloce, ma anche che sia responsive. Per sito web responsive si intende un sito le cui pagine sono ottimizzate per la visualizzazione sui dispositivi mobile.

Le SERP (Search Engine Result Page) dei dispositivi mobili possono non essere le stesse che vengono visualizzate nella navigazione da desktop. La SERP è  la pagina dei risultati di un motore di ricerca come Google. Quella dei dispositivi mobile dà un peso maggiore ad alcuni fattori tra cui la responsività del sito e la velocità di caricamento delle sue pagine.

Fattori che possono rallentare un sito web

Se il tuo sito si carica lentamente, i fattori da analizzare sono molti, ma sicuramente il primo da valutare è l’hosting.

sito web veloce - hostingLa scelta di un hosting affidabile è essenziale e spesso, ma non sempre, quello che si paga è proporzionale a quello che possiamo ottenere. Un hosting a basso costo potrebbe essere una buona scelta economica in fase di start up, ma con l’aumento del traffico e dei contenuti sul sito web, potrebbe non rivelarsi la scelta ottimale.

Anche un web design troppo complesso e ricco di immagini, ma non ottimizzate,  potrebbe non rivelarsi una buona scelta. Senza dubbio il tuo sito web, oltre che efficace deve essere anche accattivante, ma attenzione a non sovraccaricarlo. L’utilizzo di troppi plug in e widget, per esempio, richiede un tempo di caricamento delle pagine maggiore. Quindi vanno utilizzati, ma con moderazione.

Infine, anche la presenza di troppi annunci pubblicitari all’interno del tuo sito possono rallentarne il caricamento. Oltre al fatto che, spesso, risultano essere un’interruzione per chi sta fruendo dei tuoi contenuti. Entrambi i fattori possono portare l’utente ad abbandonare la pagina, con una conseguente riduzione di traffico verso il tuo sito web.

Il consiglio per avere un sito web veloce è sicuramente quello di affidarti ad un web developer esperto, in grado quindi di gestire tutti questi fattori senza che compromettano la prestazione del sito. Inoltre, può garantire l’efficienza del tuo sito nel tempo attraverso un continuo intervento di rinnovamento, aggiornamento e manutenzione, indispensabili, oltre che per la sicurezza, anche per la velocità.

Come misurare la velocità di un sito

Esistono diversi tool gratuiti che ti permettono di valutare la velocità di caricamento del tuo sito web. Vediamone insieme qualcuno.

Uno dei più noti è Page Speed Insight , strumento messo a disposizione da Google e molto semplice da usare. Basta inserire l’URL e il tool ti restituisce un punteggio che va da 0 a 100. In modo analogo funziona anche GT Metrix , strumento ideato, invece, da Yahoo in collaborazione con aziende quali Firefox, Firebug, YSlow ed altre. Entrambi ti forniscono delle analisi dettagliate per migliorare la velocità del tuo sito.

Un altro tool, in versione freemium, è Pingdom Tools che ti fornisce un analisi della velocità di caricamento delle singole pagine, oltre che dei singoli file. Infine ti consigliamo di provare anche Web Page Test che ti dà la possibilità di testare la velocità di caricamento, simulata dai vari Browser e sistemi operativi, oltre che dalle varie località geografiche.

In Sirdi abbiamo un team di esperti interamente dedicato alla realizzazione di siti web customizzati o con l’utilizzo di CMS. Visita la pagina dedicata alle digital solution per saperne di più.